,

THE WISEST OLD MAN di Gabriele Tretola

The Wisest Old Man

 

Questa storia parla di un uomo molto vecchio e molto saggio. Gli abitanti del suo villaggio lo lodavano e lo rispettavano. Quando qualcuno aveva un problema si rivolgeva a lui. Anche se era molto impegnato nella continua ricerca della conoscenza, il vecchio saggio non esitava mai a dare una mano alla comunità. Il suo aiuto era così prezioso che i suoi consigli venivano seguiti alla lettera. Si diceva che non avesse mai sbagliato soluzione o rimedio. Ma gli anni correvano anche per il saggio vecchio. Un giorno respirò un veleno che lo condusse a una subdola pazzia. Questo suo stato gli consentì comunque di vivere. E di continuare a dispensare consigli. Errati. Gli abitanti del villaggio, abituati all'infallibilità dell'uomo molto saggio e molto vecchio, seguitarono a prendere alla lettera le sue parole vaneggianti. Morirono tutti avvelenati tra atroci spasmi.

 

Autore Articolo: Gabriele Tretola

 

18 commenti
  1. Edoardo
    Edoardo dice:

    Tutti i consigli che ricevi da persone che non conosci non potranno mai risultare all’altezza di coloro che ti sono care…perciò meglio farlo da solo perché niente è più caro di te stesso

    Rispondi
  2. Jun Ming
    Jun Ming dice:

    L'uomo non deve dipendere dagli altri, perché alla fine smettiamo di pensare e facciamo le cose che ci diranno. Se la persona da cui dipendiamo sbaglia porta a sbagliare anche noi.

    Rispondi
  3. Virginia Di Salvi
    Virginia Di Salvi dice:

    Questo apologo vuole soprattutto sottolineare il comune atteggiamento delle persone ad affidarsi agli altri, per non avere nessuna responsabilità.
    La gente dovrebbe iniziare a credere più in se stessa, e ad avere più fudicia in quello che potrebbe realizzare, perché alla fine, ognuno di noi, se sfruttasse tutte le sue capacità, riuscirebbe a fare qualcosa di spettacolare.
    Virginia Di Salvi e Giacomo Bigalli

    Rispondi
  4. daniele1200
    daniele1200 dice:

    Non puoi sempre contare sull'aiuto degli altri, e alcune volte bisogna contare anche sulle proprie forze. Non si puo sempre dipendere dagli altri.

    Rispondi
  5. Marco Billeri
    Marco Billeri dice:

    E logico che in un villaggio le persone si fidino dell’uomo piu anziano perchè ritenuto il piu saggio.
    Come noi ragazzi ci fidiamo delle persone più grandi di noi, genitori,amici,nonni persone di cui ci possiamo fidare benissimo..Però a volte quelle persone di cui ci fidiamo tantissimo, ci pugnalano da dietro come se nulla fosse..Ed è in questo momento che ci accorgiamo veramente che è meglio non fidarsi di nessuno. Penso che questo brano insegni molto sul fidarsi o no delle persone..

    Rispondi
    • Gabriele
      Gabriele dice:

      Sono d'accordo con la prima parte del tuo commento, non con la seconda. Il saggio, come le persone che nella vita di tutti i giorni ci danno degli insegnamenti di vita, quando sbaglia non lo fa con cattiveria o malizia. Però giustamente ognuno di noi tende a assorbire consigli da chi ha più esperienza. E questo non è un errore. Bisogna però avere l'intelligenza di capire se riceviamo insegnamenti giusti o sbagliati e valutare se questi vanno o no contro i nostri principi e la nostra morale.

      Rispondi
  6. Francesco e Giorgia
    Francesco e Giorgia dice:

    Una piccola storia con una grande morale: dobbiamo imparare a non fare troppo affidamento su altri,basandoci solo su noi stessi e sulle nostre capacità.

    Rispondi
  7. Matteo
    Matteo dice:

    Questo testo ci insegna che è bene prendere delle decisioni che sono frutto dei nostri pensieri e delle nostre idee senza farsi influenzare dalle altre persone e dalla loro reputazione.

    Rispondi
  8. Vincenzo
    Vincenzo dice:

    Questa breve storia può essere interpretata come un avvertimento e una riflessione nella vita di tutti i giorni perchè spesso ci fidiamo o seguiamo degli esempi che sono errati per noi stessi . Insegna a non considerare come oro colato tutto ciò che ci viene suggerito.

    Rispondi
  9. Niccoló
    Niccoló dice:

    Questo testo fa pensare all’ingenuitá dell’essere umano, che disposto a fare tutto ,prende ascolto dal vecchio ormai diventato pazzo

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi