,

TETRIS SU GRATTACIELI

Frank Lee

Il dottor Frank Lee è un professore della Drexel University di Philadelphia,esperto di gaming e programmazione, e sicuramente un pazzo! Durante il tragitto casa-lavoro e lavoro-casa, durante un viaggio di piacere o più semplicemente quando c’è da fare la spesa, capita a tutti di essere distratti dai pannelli luminosi sulle facciate dei grattacieli, che sempre più spesso sono utilizzati per far passare pubblicità, eventi o semplicemente sfoggiano il marchio della ditta che risiede lì. Ma Frank è un visionario, da lontano quel luminoso grattacielo gli ricorda un po’ le schermate delle console anni ottanta e si immagina come sarebbe poter giocare ad un videogame su una di quelle facciate. Se è possibile controllare i pixel, perchè non trasformare un grattacielo in un enorme gioco?

E così nel 2013 decide dopo vari esperimenti di mettere in scena sulla facciata del Cira Centre una partita di Pong (il videogioco che a livello grafico richiedeva l’impegno minore) e di trasformare un’enorme vetrata nel display per videogame più grande del mondo, entrando anche nel Guinness World Record grazie a 460 pannelli a LED attirando migliaia di persone che per diversi minuti sono rimaste incantate di fronte a quell’incredibile spettacolo.

Tetris

Ma poteva fermarsi lì? Ovviamente no. Lui aveva immaginato una partita a tetris quando lo skyline di Philadelphia lo aveva illuminato. Quindi approfittando anche del 30° anniversario del lancio del gioco, nel 2014, ha messo in scena una partita a Tetris. Questa volta però non si è accontentato di una sola facciata, ma il gioco era visibile su tutti i lati dell’edificio. Così per una sera tutta Philadelphia ha avuto la possibilità di vedere il genio e la follia di Frank Lee.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi