Articoli

E COME EPISTOLA di Andrea Pio Bizzarri

Forma letteraria molto usata nell' Europa del 1500, generalmente in lingua latina. Le epistole sono "una forma privilegiata di retorica umanistica". Le epistole si dividono in ufficiali, ovvero rivolte ad alte personalità, e di carattere…

Q COME QUESTIONE di Stefano Paoletti

Diverse questioni aperte dalla filosofia medievale vennero ereditate nell'età umanistica. Superata la condanna e la censura degli scritti aristotelici e platonici portata avanti dalla chiesa cattolica, gli umanisti li studiarono, cercando…

V COME VITA CONTEMPLATIVA di Gianluca Gozzini

La vita contemplativa è una vita interamente dedicata allo studio e alla meditazione. Si tratta dunque di un isolamento, non di tipo monastico, bensì con lo scopo di mettere l’uomo in un atteggiamento di studio e di approfondimento delle…

V COME VITA ATTIVA di Wang Yabo

Nell’età umanistica si riscoprono i valori e le bellezze che la vita terrena può offrire. Infatti, gli uomini hanno cominciato a cercare i testi classici e a studiare la filosofia greca. E’ importante anche la vita terrena, perché nel…

O COME OTTIMISMO di Mattia Paladini

Nel dibattito culturale dell'Umanesimo, come l'humanitas prende il posto occupato nel Medioevo dalla divinitas, così le speranze dell'uomo si concentrano sulla terra, mentre quelle ultraterrene sfumano in una vaga professione di fede ortodossa.…

A COME ADAMO di Laura Aelenei

Adamo inteso come essere umano, la creatura superiore creata da Dio. Dio in principio creò tutte quelle creature che avrebbero fatto da cornice all'uomo, un uomo che viene posto al centro della cose in quanto essere che cela dentro di sé…

D COME DIALOGO di Francesco Bastianoni

Intorno al Quindicesimo secolo la verità diventa oggetto accanito di dibattito. Gli umanisti ricercano una cultura che ama la discussione, il confronto fra diversi orizzonti di pensiero; ed è proprio in questo periodo che si affermano nuove…

L COME LINGUA di Matteo Michelotti

Gli umanisti volevano far rivivere il latino classico, abbandonando l'inelegante latino medievale. Per questo si parla di "umanesimo latino". Il volgare non scomparve, e alcuni umanisti continuarono a scrivere sia in latino che in volgare. Fu…

M COME MITOLOGIA di Edoardo Paci

"All'origine del mondo e delle cose, tutte le forme dell'esistenza si presentano inizialmente come avvolte nell'atmosfera del pensiero mitico e della fantasia mitica" (Mauro Novelli) La mitologia è stata per gli antichi greci l'unica fonte…

I TEMPI DEL DISUMANO di Giuliano Spagnul

Il potere ha bisogno di appropriarsi della nostra specificità umana, in ultima istanza del nostro corpo. Il corpo è il campo di battaglia del nostro presente e del nostro futuro. E noi abbiamo mai pensato seriamente cosa significhi umano? Non è forse la capacità di riconoscere l'umano nell’altro la prima garanzia della nostra umanità?
, , , , , ,

UMANO POCO UMANO: CORPI CYBORG

L’uomo occidentale ci ha messo secoli per riconciliarsi con il suo corpo e riconoscere vedere la sua bellezza e bontà, dopo secoli di disgusto medievale per questo ammasso di carne nato da un grumo viscido e destinato alla putrefazione, come ribadiva il celebre trattato De contemptu mundi del futuro pontefice Innocenzo III.