Articoli

E COME ERTÉ E ÉCHANGE

L’innaturale creatura di Erté, strizzata da linee impossibili, diventa il simbolo di quell’alienazione cui la moda costringe il corpo umano, divenuto un simulacro vuoto in un mondo che ha smarrito il significato dei suoi segni.

D COME DIALOGO DELLA MODA E DELLA MORTE

Leopardi ci rivela che dietro l’apparenza seducente della Moda fa capolino la Morte, il suo doppio oscuro, il dark side della levigata maschera sociale con cui ci illudiamo di esorcizzarla.

C COME COCTEAU E CHANEL

Labili fibre di tessuto avvicinano figure in bilico sempre sull'orlo dell’annientamento. Coco Chanel e Leopardi si incontrano su questo filo teso sull’abisso del tempo e dell’illusione e si muovono in una rischiosa danza insieme a Picasso, Sofocle e Cocteau.

B COME BEATON E BALENCIAGA

Cecil Beaton e Givenchy si contendono il corpo sottile di Audrey Hepburn. La moda anni '50 volteggia sospesa tra letteratura e cinema.

LE EROINE DA PALCOSCENICO DI ALEXANDER MCQUEEN

Ci sono stilisti che costruiscono come architetti, che colorano come pittori, che tagliano come scultori. Alexander McQueen concepisce i suoi abiti come altrettanti costumi di scena per personaggi di drammi e tragedie. Proviamo a immaginare…