Articoli

,

GIPI, MONDADORI E I ROMANZI DISTOPICI

Mondadori all’interno della collana “Oscar Junior”, dedicata alla pubblicazione, in una nuova veste editoriale, di classici della letteratura per ragazzi, ha proposto quattro grandi romanzi distopici con le copertine illustrate da Gipi, fumettista e illustratore italiano dal tratto inconfondibile.

LETTURE DEGLI ANNI 00 – Novella 8 (Truman Capote - A Sangue Freddo )

Balordi. Gentaglia. Rozzi ignoranti. Non ribelli, ma stupidi che inciampano in incredibili errori, uno dopo l'altro, fino all'errore finale, fatale, incomprensibile, ingiustificabile, che li porta ad essere appesi ad un nodo scorsoio con un senso di liberazione per tutti.
,

ESOPO 3.0. LE FAVOLE DI CHRISTIAN STOCCHI

L’Esopo contemporaneo ovvero Favole in wi-fi, di Christian Stocchi che raccoglie 75 favole per mettere in guardia, nello spirito di Esopo, i rischi che si corrono oggi nel nuovo spazio pubblico, che non è più l’agorà ma la Rete.
,

LE BIBLIOTECHE IMPOSSIBILI di Lavinio Trevi

Sei biblioteche da incubo inventate dalla fantasia borgesiana di Zivkovic. E voi in quale di queste vorreste capitare?
,

IPOMEA MOONFLOWER di Cosima Cannatella

E quando lo spaesato Lorenzo chiede indicazioni ad una coppia di ragazze per strada, gli sguardi dei due giovani si incrociano, generando una differenza di potenziale tale da fulminare Giulia, che lentamente si perde dentro i neri occhi di lui. Così Giulia anticipa la sua partenza per Firenze per stare con Lorenzo.
,

LETTURE DEGLI ANNI 00 – Novella 7 - (Ernest Hemingway - Per chi suona la campana)

La scrittura di Hemingway mi risuonava dentro come se fosse mia. Per questo i suoi romanzi mi hanno accompagnato tutta la vita. Dopo che mio padre è morto ho sentito il bisogno di rileggere Per chi suona la campana. É stato cosi che ho scoperto la pistola del nonno. Ed ho scoperto come il protagonista, Jordan, sentiva il proprio padre.
,

TRALCI DELLA STESSA VITE di Gloria Pigino Verdi

A due settimane dal si sull'altare, Matilde è come un lucente grappolo d'uva in un pomeriggio d'autunno, nel periodo più splendente, ignaro delle cesoie che da lì a poco recideranno tutte le sicurezze che ha, per avviarlo ad un nuovo percorso. E quelle lame che cambieranno per sempre il suo destino sono rappresentate dal suo amato, Richard, scoperto a letto con la segretaria.
,

LETTURE DEGLI ANNI 00 – Novella 6 - (Stephen King - Il Corpo)

Era agosto, albeggiava appena e tutti gli adulti in vacanza dormivano profondamente. Io no. Ero appena uscito dalla finestra per correre alla spiaggia. Davanti al fornaio incontrai il mio amico e un paio di bomboloni ricchi e caldi. In spiaggia non c'era nessuno. Trascinammo la barca sulla riva. La armammo di vele, timone, deriva, remi e la facemmo galleggiare.
,

LETTURE DEGLI ANNI 00 – Novella 5 - (Michael Crichton - Rivelazioni)

Eccolo, Fantozzi! Ecco il suo grido liberatorio! In un impulso di coraggio megagalattico, il ragioniere dice quello che tutti pensano. Ovazione! Per una volta, dicendo quello che pensa e rimanendo fedele a se stesso, riesce ad emergere dal nulla con un applauso scorciante. È una eccezione. Non gli capita mai. Ero alla camera di commercio. Gli anni novanta galoppavano furiosamente. Un consesso, provincialotto ma ben arricchito di piccoli industriali, discuteva del futuro sviluppo dell'economia agro industriale della zona. Da apprendista stregone e futuro ricercatore presenziavo.
,

LETTURE DEGLI ANNI 00 – Novella 4 - (Elena Ferrante - I giorni dell'abbandono)

C'eravamo tanto amati eppure non è contato niente. E, quando è stato il momento è successo ugualmente. E io non avevo letto il libro della Ferrante. Avevo letto tante storie nelle quali incidentalmente capitavano conflitti familiari che poi sfociavano in separazioni. Altri libri dove l'egoismo o la passione produce tradimenti devastanti che toccano le corde del cuore. Ma capita che ci si commuove e poi ci si consola: perché dovrebbe capitare a me! Quando è stato il momento è successo ugualmente.
,

LETTURE DEGLI ANNI 00 – Novella 3 - (Elsa Morante - Menzogna e sortilegio)

C'era un melograno nel cortile di casa mia. Forse era il posto più caldo dell'intera casa. Caldo? Che strano aggettivo per una pianta in un giardino, che, con i nostri climi, è spesso tempestato d'acqua, di nebbia e di neve. Bisognerebbe scrivere senza aggettivi. Essere aderenti alle cose e non colorarle, distorcendole. Bisognerebbe togliere l'interpretazione affettiva dagli eventi, perché più li aggettiviamo più possono essere solo nostri e più difficilmente possono essere comunicati. Dunque avevo letto questo libro: Menzogna e sortilegio di Elsa Morante. Un libro davvero complicato da leggere.
,

LETTURE DEGLI ANNI 00 – Novella 2 - (Gabriel García Márquez - Cent'anni di solitudine)

Cent'anni di solitudine di Gabriel García Márquez. Non avevo letto Cent'anni di solitudine, forse perché era stato appena scritto. Se l' avessi fatto avrei avuto un idea più precisa di cosa capita quando quegli ormoni invadono il cervello. Avevo già letto diverse opere che narravano l'amore. Addirittura avevo letto il Piacere dannunziano. Ma quelle espressioni poetiche, quelle allusioni metaforiche erano scivolate via senza insegnarmi nulla. Invece l'inseguimento dell'odore di fumo in Cent'anni è preciso. Ti dice cosa ti capita e come sorge la prima volta. Ti dice come improvvisamente lasci indietro gli affetti e le complicità che fino a quel momento ti sono stati cari.
,

L'ERA DELL'ALCHIMAGO prefazione a cura di Pietro Romano

In uno scenario tranquillo e ridente, colmo d’ogni armonia come quello di una caratteristica cittadina di nome Perl ai confini del Piccolo Mondo, improvvisamente irrompono le forze del male che danno inizio a una serie infinita di avventure tra due mondi che volteggiano attorno a una grande voragine. Il ritorno dell’oscuro Shaitayn farà prevalere le tenebre sul pianeta? Ad Axel un giovane appassionato di arti alchemiche e ai suoi fratelli Albert e Mary non resta che accettare il loro destino e gettarsi in imprese molto più grandi della loro capacità di vincerle. Che accadrà?
,

LETTURE DEGLI ANNI 00 - Novella 1 - (Asimov - Trilogia della fondazione)

... come cambia la vita a leggere dei libri! Lettura N.1 Asimov - Trilogia della fondazione. Un libro borioso, saccente, poco documentato. Un libro con una solida fede nella potenza della tecnica. Oggi non verrebbe mai pubblicata una cosa del genere, in specie in Italia. Io, incolto ragazzino della periferia della periferia del mondo, mi sono innamorato subito della storia.
,

LETTURE DEGLI ANNI 00 - Novella 0

Letture degli anni 00. Il racconto di piccoli eventi accaduti in conseguenza della lettura di libri. Coincidenze. Stranezze. Onde gravitazionali. Sussurri e grida. E cose mai accadute per causa di libri non letti. Ovvero come cambia la vita a leggere dei libri! O a non leggerli!