Art. 1 – E’ costituita in Empoli un’associazione apolitica, apartitica, senza personalità giuridica e senza fine di lucro denominata “Rosso Pontormo, Associazione degli ex alunni e dei docenti del Liceo Scientifico “Il Pontormo”. Essa ha sede presso l’ISIS “Il Pontormo”, via Raffaello Sanzio 159, Empoli.
L’Associazione è autonoma rispetto all’Istituto.

Art. 2 – L’Associazione, con carattere essenzialmente culturale, persegue le seguenti finalità:

a. promuovere attività culturali e ricreative che favoriscano l’incontro tra ex alunni, docenti e presidi, attuali o non più in carica, del Liceo Scientifico “Il Pontormo”;
b. promuovere, organizzare e patrocinare anche in collaborazione con altri Enti, attività che contribuiscano ad arricchire l’offerta culturale della comunità scolastica e cittadina, in particolare organizzando rappresentazioni teatrali, eventi artistici, lezioni magistrali, presentazioni multimediali;
c. stimolare il lavoro di gruppo e la capacità di comunicazione propositiva degli studenti del Liceo Scientifico “Il Pontormo” anche grazie al contributo di docenti ed ex studenti, disposti a mettere al servizio della comunità scolastica le loro competenze culturali professionali.
d. mantenere vivi nel tempo la memoria storica e il patrimonio culturale del Liceo e favorire l’incontro tra le vecchie e le nuove generazioni di studenti;
e. pubblicizzare e rendere disponibili sul web le iniziative dell’Associazione stessa.

Art. 3 – Sono soci ordinari, a semplice richiesta, da indirizzarsi a un membro del Consiglio direttivo, i neo-diplomati (tutti gli studenti che conseguono il diploma), gli ex-alunni, gli insegnanti e i loro amici (presentati da almeno un socio), purché in regola con il pagamento delle quote associative.
Soci onorari sono tutti coloro ritenuti meritevoli di far parte dell’Associazione.
Sono soci aggregati gli attuali alunni dell’Istituto e gli ex e attuali dipendenti amministrativi, previa richiesta degli interessati.
Sono soci esterni gli amici ed i benefattori dell’Istituto, che abbiano dato un valido apporto al suo sviluppo, previa ammissione da parte del Consiglio direttivo. È rimessa al Consiglio Direttivo gli aspetti di dettaglio relativi all’ammissione di nuovi soci e all’adozione di eventuali moduli per la presentazione della richiesta di ammissione all’Associazione.
Art. 4 – Sono organi dell’Associazione l’Assemblea generale, il Consiglio direttivo, e il Collegio dei revisori dei conti.

Art. 5 – Il Presidente del Consiglio Direttivo rappresenta, a tutti gli effetti legali, l’Associazione e convoca e presiede le assemblee e le adunanze. Il Consiglio Direttivo nomina nel proprio seno il Presidente, il Vice-presidente, il Segretario, il Tesoriere, a maggioranza semplice.

Art. 6 – L’Assemblea generale è composta di tutti i soci. Essa è convocata in seduta ordinaria una volta l’anno, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio Direttivo, per dare direttive per lo svolgimento ed il raggiungimento dei fini sociali e discutere sulle iniziative da assumere per realizzare le finalità di cui all’art. 2, per approvare il documento programmatico per l’anno successivo, proposto dal Comitato direttivo, ed il bilancio preventivo e consuntivo, redatto dal Tesoriere, e per procedere, ogni anno, all’elezione del Consiglio direttivo e del Collegio dei revisori dei conti.
L’Assemblea generale può essere convocata in seduta straordinaria dal Presidente del Consiglio direttivo o su richiesta di almeno un decimo dei soci.
Il diritto di voto spetta ai soli soci ordinari. Gli associati possono farsi rappresentare in Assemblea mediante delega; dallo stesso delegato, non può essere rappresentato più di un socio. In ordine alla validità di costituzione dell’Assemblea generale ed alle maggioranze richieste per le sue deliberazioni si applica l’art.21 del codice civile, compresa la maggioranza per la modifica dello statuto e per lo scioglimento.
La convocazione avviene mediante posta ordinaria o elettronica almeno quindici giorni prima di quello fissato per la riunione.

Art. 7 – Il Consiglio direttivo è composto di dieci membri appartenenti alla categoria dei soci ordinari ed è eletto dall’Assemblea generale ad eccezione del dirigente scolastico, che è membro di diritto. Esso dura in carica fino a revoca della nomina da parte dell’assemblea. Nel caso di dimissioni di un membro o di altra causa di cessazione della carica, subentra il primo dei non eletti, il quale resta in carica fino al termine del mandato dell’organo. Il Consiglio direttivo si riunisce in seduta ordinaria almeno una volta l’anno, sotto la presidenza del Presidente, per deliberare il documento programmatico per l’anno successivo, da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea generale.
Il Consiglio direttivo può essere convocato in seduta straordinaria dal Presidente o su richiesta di almeno tre suoi componenti.

Art. 8 Il Consiglio direttivo attua le deliberazioni approvate dall’Assemblea generale, assume iniziative rientranti nell’ambito del documento programmatico approvato, fissa annualmente la quota di iscrizione dell’Associazione, differenziata per le varie categorie di soci, provvede, tramite il Tesoriere, alla riscossione delle quote, redige il bilancio preventivo ed il bilancio consuntivo da sottoporre all’Assemblea, decreta l’espulsione di di soci che si siano resi indegni o che non abbiano provveduto al pagamento delle quote per almeno un biennio, tiene l’elenco aggiornato dei soci, e propone all’Assemblea elementi utili alla definizione del documento programmatico per l’anno successivo.
Il Consiglio direttivo approva con la maggioranza dei presenti.

Art. 9 – Nel caso di dimissioni di un membro o di altra causa di cessazione della carica il Consiglio direttivo elegge un altro membro in sua sostituzione, il quale resta in carica fino al termine del mandato dell’organo.

Art. 10 – Il Collegio dei revisori dei conti è composto di tre membri, è eletto dall’Assemblea generale e dura in carica fino a revoca da parte dell’assemblea. Esso vigila sulla corretta gestione contabile del patrimonio dell’Associazione e ne riferisce all’Assemblea generale. Esprime alla stessa Assemblea un parere scritto sul bilancio preventivo e consuntivo. Nel caso di dimissioni di un membro o di altra causa di cessazione della carica, gli altri membri provvedono alla sua sostituzione mediante cooptazione di un altro socio ordinario, il quale resta in carica fino al termine del mandato dell’organo, salvo ratifica della prima assemblea successiva alla cooptazione.

Art. 11 – Il patrimonio dell’Associazione è costituito dalle quote versate dai soci, da eventuali donazioni, elargizioni, lasciti, legati che l’associazione è autorizzata ad accettare dietro apposita delibera del Consiglio Direttivo, sentito il parere dei Collegio dei Revisori dei Conti, nonché da qualsiasi altra contribuzione di Enti o Privati, rispettandone la destinazione espressa. Il bilancio dell’Associazione, i consuntivi e rendiconti devono chiudere almeno in pareggio, o comunque senza deficit. In ogni caso è fatto divieto di distribuire, anche in modo indiretto, avanzi di gestione durante la vita dell’associazione.
In applicazione della norma dell’art. 37 del codice civile gli associati non possono chiedere la divisione del fondo comune né pretenderne la quota in caso di recesso.

Art. 12 – Nel caso di scioglimento dell’Associazione il suo patrimonio viene devoluto alL’ISIS “Il Pontormo” di Empoli.

Art. 13 – E’ garantito il diritto di recesso dei soci, salvo quanto previsto all’articolo precedente.

Art. 14 – Copia del presente Statuto sarà inviata su richiesta ai soci tramite posta elettronica.

Art. 15 – L’associazione è costituita a tempo indeterminato, salvo scioglimento anticipato

Empoli, 5 febbraio 2014