NOTE VIENNESI di R. Garretta

Oggi mi trovo a Vienna, in Austria. Siamo arrivati da poco e ora siamo in un albergo in centro. Resteremo qui per quattro giorni, dopodiché ci partiremo per la prossima tappa.

Per prima cosa oggi visiteremo la famosa Cattedrale di Santo Stefano. Questa costruzione è in stile gotico. La facciata è composta da due torri, alte più di 60 metri, un campanile e un campanone detto Pummerin. Il tetto è spiovente e rivestito di tegole di maiolica con lo stemma imperiale. L’interno è formato da tre navate in cui sono situate grandi statue e i sepolcri di Eugenio di Savoia e di Federico III. Il duomo possiede anche delle catacombe in cui sono custodite I resti degli imperatori.

vienna-duomo

Il primo giorno purtroppo finisce qui perché c’è voluto tutto il pomeriggio per visitare la Cattedrale. Domani visiteremo altri luoghi molto interessanti.

Abbiamo acquistato i biglietti per un tour della città e per questo saliremo in un autobus turistico. Nel tour vedremo alcuni degli edifici più belli e famosi di Vienna, come la casa di Mozart, e attraverseremo il così detto Ring: la strada dove un tempo sorgevano le antiche mura della città. Inoltre vedremo il Danubio, il fiume che attraversa la città, e le sue sponde, che sono interamente ricoperte di graffiti. Il pomeriggio invece andremo al Prater, il luna park di Vienna famoso per la Riesenrad, una delle ruote panoramiche più famose e alte al mondo (più di 60 metri), da dove è possibile ammirare la città dall’alto.

Anticamente questo luogo era una riserva di caccia che fu aperta al pubblico solo nel Settecento e da lì iniziarono a costruire le prime giostre fino a farlo diventare l’attuale luna park. Ci resteremo fino a sera anche per goderci tutte le attrazioni che troveremo. 

prater-vienna-1500x850

Oggi visiteremo la Cripta dei Cappuccini, dove sono custodite le tombe della famiglia Asburgo, compresa l’imperatrice Maria Teresa ed infatti la sua tomba è la più grande e la più sfarzosa di tutte. Poi visteremo il museo d’arte nel Belvedere dove sono in mostra alcune delle opere più famose al mondo come “Il Bacio” e “Judith I” di Klimt. Infine faremo un giro nel centro della città, comprando dei souvenir e la famosa torta Sacher.

Oggi visiteremo le due reggie imperiali: la residenza estiva (Schönbrunn) e quella invernale (Hofburg). La reggia invernale si trova al centro della città. È stata costruita nel XIII secolo ed era la sede dei re e degli imperatori che si sono susseguiti in Austria. Oggi invece è la sede del presidente austriaco. È costituita da vari palazzi apparentemente scollegati che formano un complesso di vaste dimensioni. Una caratteristica affascinante è che davanti all’entrata c’è una sorta di scavo in cui sono in mostra antichi resti romani. La reggia estiva è invece di più recente costruzione (1750 circa). Possiede circa 1440 stanze ma solo 40 sono aperte al pubblico. In queste stanze è possibile ammirare gli arredamenti di quel periodo e conoscere la storia dell’Austria tramite dei cartelli da leggere. Il tour inizia con il Cortile d’onore che è veramente molto ampio per essere un cortile. Dal cortile si accede all’edificio e oltrepassandolo si trova il parco che ha un’estensione di circa 120 ettari. Nel parco vi è la fontana di Nettuno che giace alla base della collina della Gloriette (la Gloriette è l’edificio posto in cima alla collina in cui è possibile ammirare Vienna dall’alto e in tutto il suo splendore). Nel parco ci sono anche uno dei più antichi giardini zoologico d’Europa, il Tiergarten, e la Palmenhaus, la serra delle palme.

Il soggiorno a Vienna è terminato con questa immersione nelle memorie imperial-regie e ora partiremo per le prossime tappe.

13 commenti
  1. Edoardo Leporatti
    Edoardo Leporatti dice:

    Articolo ricco di descrizioni e di immagini che mi hanno permesso di conoscere posti diVienna che non conoscevo.

    Rispondi
  2. Agnese Del Colombo
    Agnese Del Colombo dice:

    Articolo ben strutturato e coinvolgente nelle descrizioni, mi ha permesso di approfondire le mie conoscenze su questa città.

    Rispondi
  3. Giulio Marozzo
    Giulio Marozzo dice:

    Il tuo articolo mi è piaciuto molto, hai visitato tantissime mete turistiche ma soprattutto le hai descritte molto bene, la mia preferita è stata la descrizione della cattedrale di Santo Stefano, molto amplia e dettagliata.

    Rispondi
  4. Francesco Iacopini
    Francesco Iacopini dice:

    Articolo ben strutturato e discretamente originale. I luoghi d’interesse sono descritti in modo ampio e dettagliato e sono accompagnati da adeguate foto, senza lasciare nulla al caso.

    Rispondi
  5. eleonora guiducci
    eleonora guiducci dice:

    Articolo ben scritto, ricco di immagini e interessante, soprattutto per la descrizione del caratteristico tetto della Cattedrale di Santo Stefano. Leggendo la parte delle regge si respira un’aria imperiale proprio come penso che sia nella realtà.

    Rispondi
  6. Pietro Cutrino
    Pietro Cutrino dice:

    Vienna ha suscitato da sempre un certo fascino. Estremamente interessante nelle descrizioni questo articolo aiuta il lettore a conoscere Vienna creando l’idea nella sua mente di una città splendida, che poi inevitabilmente confermerà visitandola.

    Rispondi
  7. Alessia Zanaj
    Alessia Zanaj dice:

    Mi sono fatta un’idea di Vienna e penso che la città, soprattutto la cattedrale sia fantastica. Il testo è piuttosto elencativo ma le immagini (molto belle) mostrano la “bellezza” della città

    Rispondi
  8. Asia Albo
    Asia Albo dice:

    Articolo molto oggettivo che non mi ha colpito particolarmente. Mi ha permesso comunque di conoscere più o meno bene Vienna.

    Rispondi
  9. Diego Fortini
    Diego Fortini dice:

    Articolo a mio parere un po’ troppo elencativo, che peró rende abbastanza bene l’idea di com’é Vienna.

    Rispondi
  10. Giorgio Buccolieri
    Giorgio Buccolieri dice:

    Questo articolo mi ha fatto rivivere l’escursione che ho avuto il piacere di farvi, i monumenti che te hai selezionato sono, a parer mio, i più belli e interessanti della città. Molto interessanti tutte le curiosità aggiunte (l’origine del luna park, le informazioni sul Ring, i giardini presenti nel parco della residenza imperiale ecc.), ma, come già ti hanno detto, potevi aggiungere qualcosa di più soggettivo.

    Rispondi
  11. Sara Guido
    Sara Guido dice:

    Descrizione oggettiva senza emozioni, non mi ha particolarmente colpito, l’unica parte interssante è quella del giro in autobus e del luna park mi ha colpito sapere che prima era una zona di caccia.

    Rispondi
  12. Chiara Tagliavia Aragona
    Chiara Tagliavia Aragona dice:

    Questo articolo mi è stato utile per rinfrescarmi la memoria riguardo a questa splendida città che ho avuto l’occasione di visitare non molto tempo fa.A chi non l’hai visitata, invece, sarà utile per farsi un’idea su Vienna, questo grazie alla accurata descrizione svolta nell’articolo.

    Rispondi
  13. Niccolo Pozzolini
    Niccolo Pozzolini dice:

    E’ un’articolo molto descrittivo e utile per conoscere Vienna e i suoi monumenti dal punto di vista oggettivo, con tutte le date, i numeri e i materiali. Comunque è stato una tappa lunga e piena di bei luoghi da visitare. (P.s. ci dovrebbe esse un errore alla seconda riga)

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi