L’IMPOSSIBILE A DUBAI di E. Tafi

Il primo giorno a Dubai decisi di trascorrerlo visitando i luoghi più caratteristici della città… La prima tappa fu il Dubai Mall, che estendendosi su una superficie di quasi 1,124,000 metri quadrati, è il centro commerciale più grande del mondo. Al suo interno si possono trovare negozi di ogni genere, da quelli gastronomici a quelli di abbigliamento; inoltre vi sono attrazioni diverse da quelle che si possono trovare in normali centri commerciali come il cinema multisala con quasi 22 schermi, un acquario contenente 33mila specie animali, una pista di pattinaggio e una pista sciistica al coperto che si estende su una superficie di più di 22mila metri quadrati divisi in cinque piste innevate.

Acquario del Dubai Mall

Dubai Mall

Ski-Dubai 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Successivamente decisi di cenare al Burj Al-Arab, uno degli alberghi più lussuosi del mondo, caratterizzato dalla sua particolare forma a vela. Ho mangiato cibi tipici come il Wara Enab, molto popolare a Dubai, ovvero involtini di foglie di vite farcite con carne macinata e riso (e devo dire che anche il profumo del piatto era molto invitante) e per dolce decisi di assaggiare il Om Ali tipico budino fatto in casa.

 

Burj Al-Arab                                                                                           

Om Ali

Wara Enab

Uscita dall’hotel sono andata a visitare il Burj Khalifa che con i suoi 829,8 metri di altezza è la struttura più alta mai costruita. Si narra che la pianta dell’edificio sia stata ispirata alla forma di un fiore molto diffuso a Dubai, chiamato Hymenocallis. L’edificio è suddiviso in 124 piani, molti dei quali sono appartamenti privati e alcuni di essi sono stati acquistati da Giorgio Armani, il quale ha arredato gli interni dell’edificio. A pochi passi dal Burj -khalifa si trovano le famose fontane di Dubai così decisi andarle a vedere per concludere in modo alternativo la serata. Infatti è stato bellissimo vederle tutte illuminate che, accompagnate da un sottofondo di tipiche canzoni arabe, creavano continuamente forme diverse l’una dall’altra.

Burj Khalifa

Fontane di Dubai

 

La mattina seguente decisi che l’avrei trascorsa interamente a visitare una delle isole del Palm Island (isole artificiali a forma di palma costruite nel Golfo Persico). 

Palm Island

Per quanto riguarda la colazione, ho assaggiato il Mohalla, nonché pane servito con miele e sciroppo di datteri accompagnato da alcune frittelle servite anch’esse con sciroppo di datteri. 

 

Così intorno alle 10:00 del mattino sono andata al Palm Jumeirah con più precisione sono andata all’Aquaventure (parco acquatico con molte piscine,giochi d’acqua e una spiaggia dotata di molti confort) e vi sono rimasta sino al tramonto. 

 

Aquaventure

7 commenti
  1. Sara Pasquini
    Sara Pasquini dice:

    Dopo aver letto questo aricolo ho deciso di mettere Dubai tra le mie mete preferite,è una cittá molto particolare e ricca di curiositá; se mai dovessi visitarla pebso che mi perderó nel visitare il Dubai Mall!!

    Rispondi
  2. Margherita Medri
    Margherita Medri dice:

    Mi é venuta voglia di vedere le fontane del Dubai in tutte le loro varie forme anche per poter ascoltare le musiche tradizionali che ho sentito essere bellissime. Ho trovato molto anche lo Ski-Dubai… Se mai mi troverò in questa cittá non mancherò nel vederlo!

    Rispondi
  3. Camilla D'Amato
    Camilla D'Amato dice:

    Un articolo breve ma avvincente. Mi hai suscitato tanta voglia di andare a visitare il Bjuri Khalifa e le fantastiche fontane di Dubai!

    Rispondi
    • Beatrice Ceccanti
      Beatrice Ceccanti dice:

      Questo articolo mi è piaciuto molto perché ho scoperto che nel mondo si può fare di tutto!
      Leggendo questo articolo mi è venuta voglia di provate tutte le cose che ci hai mostrato! Soprattutto lo sci nel centro commerciale…

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi