LE PIETRE DI VIENNA di D. Fortini

Era una bella mattinata autunnale. Quel giorno fu il primo di un viaggio incredibile: un tour attorno al mondo attraverso i luoghi più belli del nostro pianeta.

Mi trovavo presso Vienna. Una volta uscito dall’aeroporto Schwechat, ho potuto notare la differenza di temperatura.

Come prima cosa mi sono diretto verso una meta obbligatoria: il centro storico. La prima impressione che ho avuto fu quella di una città grandiosa e monumentale. Per visitarla meglio ho comprato una guida nella quale ho letto che i sovrani asburgici avevano fatto costruire a celebri architetti opere sontuose. Ho iniziato a camminare e sono andato davanti alla cattedrale di Santo Stefano, simbolo della città. Il suo enorme tetto decorato con piastrelle smaltate è incredibile, come d’altronde lo è lo snello campanile gotico. Entrato dentro ho notato la grande navata e le numerose statue.

Cattedrale di Santo Stefano

Dopo aver pranzato in un’osteria tradizionale (kellerkalake), dove ho mangiato una tipica zuppa con strisce di frittata (frittanzuppe), un würstel con il loro famoso pane nero e come dessert la famosa Sacher, mi sono incamminato verso la storica residenza invernale degli Asburgo, l’Hofburg, uno dei palazzi reali più vasti d’Europa. E’ stato il centro del potere austriaco per più di sei secoli, insieme al più periferico e meno antico Castello di Schönbrunn. Parte del palazzo è oggi la residenza e luogo di lavoro del presidente dell’Austria.

Hofburg

Di seguito ho raggiunto un’altra importante meta di Vienna: Shönbrunn. A prima vista il palazzo è enorme.

Shönbrunn

Una volta entrato ho iniziato a visitare alcune delle 1441 stanze di cui è composto. Sulla guida lessi che gli Asburgo volevano costruire una residenza che rivaleggiasse con quella francese di Versailles, ma il progetto, così enorme, non fu terminato e i monarchi si accontentarono di averla come residenza estiva.

Nella mia visita sono stato affascinato dall’appartamento di Maria Teresa dove a sei anni suonava per lei Mozart, che nacque a Salisburgo, un’altra famosa città dell’Austria che spero visiterò in un prossimo viaggio. Poi sono sceso nel parco gigantesco e molto curato che nasconde anche un teatro particolare dove venivano rappresentati spettacoli di marionette. C’è anche una struttura con tre zone climatiche che contiene piante che provengono da tutti i continenti.

Ormai sera tardi mi sono diretto verso l’hotel, dove avrei riposato per affrontare il giorno seguente in questa grandiosa città.

Di prima mattina feci colazione in uno degli storici caffè di Vienna. Rimasi colpito dal caratteristico e antico stile viennese: i camerieri erano vestiti in bianco e nero, il vecchio pavimento in parquet, i tavoli con il piano in marmo. Lì ho assaggiato un altro dolce tipico austriaco: lo strudel di mele (apfelstrudel).

Un caffè storico

Subito dopo ho preso un autobus per visitare i dintorni di Vienna. Una volta uscito dalla città mi impressionò la natura che si poteva osservare passando: boschi, laghetti, faggeti, prati. Tutto era molto pulito e ordinato. Un’altra cosa che mi colpì della campagna austriaca sono state le loro case: colorate, con molti fiori sui davanzali. Poi siamo arrivati ad una collina che si chiamava Kobenzl, dove ci siamo fermati e abbiamo fatto un splendida passeggiata. 

Tipiche casette austriache

 

15 commenti
  1. Antonella Mangone
    Antonella Mangone dice:

    Articolo ben strutturato. Molto interessante il palazzo Shönbrunn. Le foto che hai messo sono molto suggestive

    Rispondi
  2. Edoardo Leporatti
    Edoardo Leporatti dice:

    Bell’articolo in generale,le immagini sono accattivanti ma avrei aggiunto qualcosa magari riguardo gli Asburgo.

    Rispondi
  3. Giulio Marozzo
    Giulio Marozzo dice:

    Un articolo molto interessante da leggere soprattutto per quanto riguarda la storia degli edifici che hai visitato e del perché sono stati costruiti, mi è piaciuta anche la descrizione delle tipiche casette austriache.

    Rispondi
  4. Agnese Del Colombo
    Agnese Del Colombo dice:

    Ben descritti tutti i monumenti principali e caratteristici della bellissima città di Vienna, anche le immagini sono molto belle e rendono l’ idea del luogo.

    Rispondi
  5. Francesco Iacopini
    Francesco Iacopini dice:

    Articolo ben strutturato ed abbastanza originale. Mi sono piaciuti particolarmente le numerose notizie sulla cucina viennese. I luoghi, inoltre, sono descritti dettagliatamente e le immagini rendono molto l’idea.

    Rispondi
  6. Raffaele Garretta
    Raffaele Garretta dice:

    Un bell’articolo su una delle città più belle del mondo. Io ho avuto la fortuna di visitarla personalmente e condivido ciò che hai detto però vorrei sapere come è finita…

    Rispondi
  7. eleonora guiducci
    eleonora guiducci dice:

    L’articolo è scorrevole e ti porta a spasso per la città tra chiese monumentali e giardini di palazzi giganteschi, il numero delle stanze del palazzo degli Asburgo è impressionante!

    Rispondi
  8. Pietro Cutrino
    Pietro Cutrino dice:

    La cattedrale di Santo Stefano è magnifica, molto affascinante lo sviluppo in altezza tipico del gotico. Le guglie danno l’idea dell’imponente mole dell’edificio. I cibi tradizionali sembrano appetitosi. Chissà cosa se ne sarebbero fatti gli Asburgo di 1441 stanze nel loro palazzo estivo.

    Rispondi
  9. Alessia Zanaj
    Alessia Zanaj dice:

    Un articolo non molto ampio ma molto interessante..non immaginavo che le stanze del palazzo di Schonbrunn fossero così tante, wow!

    Rispondi
  10. Asia Albo
    Asia Albo dice:

    Articolo ben scritto con poche, ma interessanti particolarità. Molto belle le immagini, ma anche a mio parere è privo di un finale.

    Rispondi
  11. Giorgio Buccolieri
    Giorgio Buccolieri dice:

    Un articolo bello che mi ha fatto scoprire anche cose nuove come la presenza di un piccolo teatro all’interno del palazzo di Shönbrunn. Belle le foto e anche le poche ma interessanti curiosità della famiglia degli Asburgo che hai introdotto nell’articolo.

    Rispondi
  12. Sara Guido
    Sara Guido dice:

    A me è piaciuto molto il secondo giorno, sarà perchè adoro la natura: poi le foto sono molto belle e anche il cibo, qui, in questo articolo, mi fa venire l’aquolina in bocca. A parer mio il finale è da immaginare!

    Rispondi
  13. Niccolo Pozzolini
    Niccolo Pozzolini dice:

    Articolo ben fatto e pieno di piccole ma soddisfacienti descrizione riguardanti i principali luoghi di Vienna. Mi sono piaciute le immagini e le descrizioni dei piatti tipici austriaci. A mio parere manca un finale. Particolarmente suggestiva è il Palazzo di Schönbrunn, che mi permette di ricordare la visita di Vienna dell’anno scorso.

    Rispondi
  14. Chiara Tagliavia Aragona
    Chiara Tagliavia Aragona dice:

    Articolo ben scritto, molto dettagliata la descrizione grazie alla quale ho potuto ricordare la mia recente esperienza nella capitale austriaca.Forse la meta più caratteristica è la reggia di Schönbrunn che mi è piaciuta veramente molto.

    Rispondi
  15. Filippo Medri
    Filippo Medri dice:

    Bell’articolo, non particolarmente, esteso ricco di dettagli. Avrei parlato di più della famiglia degli Asburgo e della principessa Sissi emblema del popolo Austriaco.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi