La Necropoli di Giza di Lorenzo Mati

La necropoli di Giza sì trova nella piana di Giza in Egitto. Questo insieme di monumenti antichi è situato ad 8 km da Giza sul Nilo. Qui troviamo la Piramide di Cheope, detta anche Grande Piramide, la sola tra le sette meraviglie del mondo antico che è arrivata fino ad oggi. Nella stessa località troviamo altre due Piramidi: quella di Chefren e Micerino.

rossopontormo

I costruttori egizi hanno utilizzato la forma perfetta della piramide per la sepoltura dei faraoni e per il culto del Sole. Con i suoi spigoli la piramide rappresenta i raggi del Sole che cadono sulla Terra e viene descritta come scala per salire al cielo. Queste piramidi avevano lo scopo di essere Necropoli cioè luoghi importanti per tutta la struttura nel quale si svolge la processione dei funerali e dove avvengono i riti. In molte Necropoli, con tombe private, sono presenti importanti sepolture di membri di famiglie reali tra cui quella della regina Meresankh III. La necropoli venne costruita nel XXVIII secolo a.C. Inizialmente doveva essere una delle necropoli reali di Menfi ma poi divenne una delle necropoli reali della piramide di Cheope perché questa piramide è stata inserita fra le sette meraviglie del mondo. Tra le ultime scoperte è presente il villaggio degli artigiani, i quali sono i costruttori di queste piramidi. La sfinge si trova nella parte orientale della costruzione rivolta verso est ed è stato ritenuto dagli egittologi che il volto della Grande Sfinge sia quello di Cheope.

rossopontormo2

Nel 1994 Robert Bauval e Adrian Gilbert hanno scritto anche un libro riferito a queste piramidi intitolato Il mistero di Orione in cui l’autore vuole dimostrare al lettore che le tre piramidi della piana di Giza sono allineate perfettamente con le stelle che formano la cintura della costellazione di Orione (cintura di Orione). Nel libro, i due autori che principalmente hanno studiato la piramide di Cheope, affermano anche l’ipotesi che gli antichi egizi erano a conoscenza del fenomeno astronomico detto precessione degli equinozi. Contrariamente Andrew Collins, un altro autore, non sostiene questa ipotesi infatti ha notato che l’allineamento con le tre stelle della costellazione di Orione non è per niente perfetto con le tre piramidi di Giza, le quali sono invece perfettamente allineate ad un altro gruppo di stelle nella costellazione del Cigno: le cosiddette ali del Cigno.

rossopontormo3

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi