, ,

LA IENA DI SAN GIORGIO: 1001 RAGIONI PER VEDERLA

IENA (57)

Incredibile! I medici ce l’hanno sempre tenuto nascosto… il Grignolino fa rimanere completamente calvi! E non solo: avete mai provato impacchi di letame bollente sulle orecchie o a spalmare il mascarpone sullo scarpone?

Questi ed altri i superlativi rimedi suggeriti dal grande luminare, Dottor Gallenga.

Di cosa stiamo parlando? Della Iena di San Giorgio ovviamente! Ma davvero non l’avete mai vista? Dài… quella commedia dove Vittorio Emanuele II monta a cavallo di Garibaldi. Dove un conte è ossessionato dalla verginità della sua futura sposa. Non vi dice ancora niente? E se vi nomino Amedeo Aimerito? Ma come chi? Il giudice che fa impiccare i colpevoli (ma soprattutto gli innocenti) purché entrino con la testa nel cappio. E Franz Josef? L’imperatore d’Austria intrappolato in una cornice. E poi: laboratori segreti dove avvengono misteriose metamorfosi, ragazze scomparse, fantasmi che turbano i sogni di degni sacerdoti, bizzarri commensali che cenano a base di prelibate salsicce e torte di cerume, decottini miracolosi, strane ostetriche fotografe part-time, suore ambigue, urla di partorienti, gridi  di dolore, strilloni ciechi, treni in partenza, case chiuse, salotti borghesi con piagnucolose zitelle che agognano uno straccio d’uomo, omicidi efferati, carabinieri pudibondi come vergini e vergini assatanate come baccanti. E ovviamente lui, la Iena di San Giorgio, l’ineffabile assassino che tiene in scacco il Piemonte e l’esercito sabaudo.

Non mi dite che vi siete persi lo spettacolo. Siamo andati in scena Venerdì 1 Maggio a Pozzale e Sabato 2 Maggio a Cortenuova. Almeno non perdete la prossima replica. State all’erta e continuate a seguirci. 

Intanto vi lasciamo con una carrellata di foto dell’ultima messa in scena. 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi