LA CITTÀ DEI FANTASMI

Gary-Indianacity_methodist_church_sanctuary

GARY, INDIANA

Freddy Krueger, uscito dallo specchio con le sue orribili dita a lama di coltello, uccide la madre di Nancy, trascinandola via con sè. Primo piano di Nancy che urla inorridita. The End.

È la scena finale di A Nightmare on Elm Street, un film americano di qualche anno fa, girato a Gary, Indiana, uno sfondo urbano perfetto per ambientarvi gli incubi cruenti dove imperversa il mostruoso Freddy Krueger. Ma a Gary l’incubo continua, anche dopo che il film è finito.Movies_Nightmare_on_Elm_Street_Black_Freddy_Krueger_Claws_83374_1366x768

Gary è infatti una delle città americane uscite più malconce dalla deindustrializzazione e dalla crisi. Oggi è una cupa città di quartieri fantasma, con una tetra downtown di edifici in rovina e fabbriche dismesse. Nata come centro siderurgico appena cento anni fa, ha perso metà degli abitanti che aveva nel 1960. Un terzo delle sue abitazioni sono abbandonate o occupate illegalmente.The city of Gary, Indiana was founded as a booming steel city as the twentieth century passed, and areas downtown saw the construction of several impressive buildings during these prosperous early years. In 1925, a cornerstone ceremony took place at 577 Washington St. to commemorate the construction of a Gothic Revival church called City Methodist. It was completed 21 months later, at the cost of one million dollars - $385,000 of which was contributed by the United States Steel Corp. (which also founded the city). Elbert Gary, the chairman of U.S. Steel and origin of the city's name, donated a Skinner organ as well. The Bedford limestone structure consisted of a 50-foot tall sanctuary nave and elaborate stonework, and was able to seat 950 worshipers; City Methodist had a congregation of nearly 3,000 members in its heyday. The building was also home to Seaman Hall - a 1,000 seat auditorium, and a gymnasium with a full size basketball court. Storefronts were built into the building, with hopes that the income would offset the enormous maintenance costs. During the 1920s, Pastor William Seaman rallied against the power of the Ku Klux Klan in Indiana, and welcomed black worshipers into City Methodist during a time when African Americans were not permitted in "white churches." Gary entered a downward spiral during the 1960s, like many other industrial cities during the period. As U.S. Steel employment dwindled, the residents of Gary moved to nearby suburbs; then as jobs left downtown, city many residents moved out altogether while crime and poverty rose. By 1973 the church's congregation had only 300 members and by 1975 the Methodists moved out of the structure. A second congregation occupied the building until they left in the early 1980s; some storefronts and office space was utilized for a while but soon the entire campus was completely abandoned. City Methodist was burned in the Great Gary Arson of 1997, resulting in a large portion of the roof collapsed or missing. It is now owned by the city of Gary, and its future remains unclear.Una cintura di ruggine post-industriale assedia la città. La disoccupazione è alta e l’alfabetizzazione bassa. In compenso ha uno dei più alti tassi di criminalità degli USA. Sembra l’illustrazione da manuale di cosa succede in una società ingiusta che lascia le disuguaglianze economiche approfondirsi e abbandona la classe lavoratrice al suo destino di arretramento sociale.Gary-Indiana memorial_auditorium

È questa l’analisi dell’economista premio Nobel Joseph E. Stiglitz, nativo proprio di Gary, che nel saggio Il prezzo della disuguaglianza (The Price of Inequality) avanza delle proposte per fermare il declino industriale di vaste zone degli Stati Uniti, stimolando una crescita economica abbinata alla giustizia sociale, grazie all’intervento regolatore dello Stato. La sua città natale sembra proprio l’esempio di come scelte politiche sbagliate, che privilegiano l’autoregolazione del mercato, portino crisi economiche e disuguaglianza sociale.gary_bath_houseUna vera maledizione sembra alitare sulle vie di questa città. Nel 1997 una vasta area di downtown è stata distrutta da un incendio. E due capolavori architettonici di Frank Lloyd Wright, la Moe House e la Wynant House, avevano già fatto la stessa fine. Gli amanti delle rovine saranno estasiati dai teatri crollanti, dai palazzi che cascano a pezzi, da siti spettrali come la Union Station e la Methodist Church, ridotte a musei di macerie. Una Pompei del XX secolo sul lago Michigan.

L’economista Stiglitz non è l’unico personaggio celebre nato a Gary. Qui sono nati anche Michael Jackson e i suoi fratelli. La maledizione di Gary sembra avere raggiunto anche la popstar, consegnandolo a una triste decadenza, tra processi per pedofilia, turbe nevrotiche, divorzi, crac finanziario e infine a una morte precoce. L’artista che nei suoi videoclip aveva fatto ballare gli zombi (Thriller) e i fantasmi (Ghosts) pare ora trasformato lui stesso in uno spettro che alberga ancora a Neverland, il ranch-parco giochi messo in vendita per ripianare gli enormi debiti del cantante ormai defunto.

thriller21A detta del Daily Star, pare che gli abitanti del posto siano convinti che la tenuta sia infestata dal fantasma di Michael Jackson. Nel maggio 2015, i possibili acquirenti dell’ex buen retiro del cantante rinunciarono a comprarlo, riferendo di avere avvertito una strana presenza nella villa.

Gary stessa, città fantasma, è infestata da fantasmi. Un vigile del fuoco, nel corso di un incendio, ha ripreso un’apparizione spettrale affacciata dietro una finestra in fiamme.

E i media di tutto il mondo, compreso il serio Huffingtonpost, hanno riportato il caso di una casa stregata di Gary, la cui locataria Latoya Ammons afferma non solo di aver visto aggirarsi nelle stanze una specie di mostruosa ombra nera, ma anche di aver sentito i suoi stessi bambini cantare inni satanici, come se fossero posseduti. latoya_ammons_house_in_indiana_by_freddykrueger17-d8jpquzPersino la polizia locale si è convinta della veridicità della donna dopo alcuni sopralluoghi alla casa. Il Capo della polizia Charles Austin, dopo aver personalmente visto oggetti in movimento e avvertito oscure presenze, si è spinto a definire la casa ‘il portale per l’inferno’. È intervenuto persino l’immancabile esorcista cattolico, padre Michael Maginot, per scacciare gli spettri demoniaci che infestano l’abitazione della famiglia Ammons. Chissà se esistono esorcismi efficaci anche per combattere lo spettro della recessione economica che opprime la sventurata città di Gary.

Read more: fantasmi a Gary

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi