, , ,

Il corpo umano? E’ ancora da inventare

A-still-taken-from-Morphe-by-Lucy-McRae-1Lucy McRae è artista visuale, designer e videomaker alle prese con l’invenzione perpetua del corpo umano. Si definisce architetto, ma un architetto che progetta corpi. Più che altro ne destruttura l’impianto biologico e somatico. Ne sonda i limiti, sperimenta l’adattamento dell’organismo non all’ambiente fisico ma alla volontà demiurgica dell’artista-scienziato.

014-bart-hess-theredlistIl corpo è la sua officina dove mette a punto fantascientifiche congetture, azzardati vaticini del mondo venturo. Contamina la scienza con un’immaginazione dadaista per evocare il futuro e farlo precocemente accadere, a forza di balzi dell’estro e acrobazie del capriccio.morphe1_by_deviantfemale007-d6z6tpnMa la scienza che manipola come apprendista stregone è abbastanza plausibile, più fanta-tecnologia che fantascienza. Ex danzatrice, Lucy volteggia lieve sui problemi della fisica e le astrazioni degli algoritmi. Le sue trovate si direbbero uscire dai laboratori di un’ambiziosa follia.IMG-24I suoi prodotti sono tecno-mostri, confezionati in un raffinato packaging pop, amalgami improbabili nati dalla fucina diabolica dove chimica, elettronica e bizzarria surrealista vengono fuse a temperature proibitive per i comuni mortali wetware.dezeenminifrontiers4

Scienziata e cavia al tempo stesso, la McRae sforna tatuaggi elettronici; profumi che si ingoiano e che vengono rilasciati dai pori della pelle; epidermidi che cambiano colore; involucri composti da tubicini trasparenti dove scorrono liquidi colorati (come quelli fatti indossare alla cantante pop Robyn nel video di Indestructible) guaine di spille applicate sulle membra…

Artist Lucy McRae of Australia poses after she glued safety pins on part of her body during the 'Rojo Nova work in progress' at the Museum of Image and Sound in Sao Paulo July 27, 2010. REUTERS/Nacho Doce  (BRAZIL - Tags: ENTERTAINMENT ODDLY)

lucy_mcrae

E poi centri benessere futuristici in isolamento sensoriale per preparare ai viaggi nello spazio, e incubatrici dove si fabbricano ibridi post-umani a partire da collage di pezzi disinvoltamente assemblati (si veda il videoclip musicale girato per il duo Reptile Youth) Lucy-McRae-Prepping-the-body-to-go-to-space_dezeen_01_1288E non basta: ha concepito una cucina dove si distillano e cuociono parti di corpi umani ottenuti per clonazione e imbanditi in banchetti autofagi, la cui portata principale è una replica del proprio corpo sapientemente trinciato (ipotesi per una biotecnologia casalinga o suggerimento per rivoluzionare il mercato del fast-food?).Frame–Interview_Page_4-800x516

Make_Your_Maker_Stills_-131-800x450Stratificazioni di suggestioni diverse, lucidamente sovrapposte: visionarietà, ispirazione artistica concettuale, curiosità scientifica, un pizzico di ciarlataneria. A impastare tutti questi strati, una incerta materia colloidale che somiglia all’ironia nonsense.Biological_Bakery_Cloned_Face-800x421 L’idea che la guida è sviluppare la consapevolezza che stiamo tutti diventando “Puppets della tecnologia” e delegando al digitale la nostra specificità umana.
Le sue invenzioni compongono oggi un brillante futurama, domani saranno forse il nostro incubo quotidiano…vitruvian_cyborg_by_fettor-d4f5q0u

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi