UN GROSSO, GRASSO MATRIMONIO A CAPO VERDE di M. Giglioli

Da Parigi all’ Africa… e dall’arte all’amore. Magari le mie curiosità sul gotico vi potrebbero aver annoiato, così ho deciso di cambiare un po’ il tema centrale dell’arte e di spostarlo verso l’amore! Ragazzine, o meglio dire coetanee: Orecchie spalancate!

Qualche anno fa ho partecipato ad un matrimonio sull’isola di Boavista, una delle dieci  isole  dell’arcipelago di Capo Verde. Cercherò adesso di fornirvi alcune informazioni principali su queste terre  così che abbiate ben chiaro dove ci troviamo.

Immagine correlata

Capo Verde è uno stato dell’Africa ed è costituito da 10 isole di origine vulcanica. Da quando questi territori sono stati scoperti (verso il 1500)  la loro cultura, come la loro lingua sono sempre state un misto tra Africano e Portoghese. Questo è causato dalla sua vicinanza ad entrambi i paesi ma soprattutto al fatto che sia un ex colonia portoghese. La lingua ufficiale è il portoghese, ma in realtà tra le vie delle città si parla il creolo; un misto tra lingue africane e portoghese. Per non sforare dall’argomento centrale queste sono le principali informazioni storico-politico-geografiche che vi ho fornito. Adesso sta a voi ragazzi decidere se farvi o no  una giratina su internet per cercare qualche curiosità su questo paese.

Risultati immagini per foto di capo verde

Adesso però è il momento di svelare cosa Boavista ha a che fare con l’amore. Come tutte le isole offre un bel panorama e una giusta atmosfera per un matrimonio ma quello che vi sto per dire  ha poco a che vedere con le nostre tradizionali cerimonie da un giorno.  Tutto inizia dall’invito. Noi oramai siamo abituati a ricevere una lettere formale in cui si è invitati al matrimonio di un nostro stretto parente o di un amico fidato. Scordatevi tutto questo a Capo Verde! Non importa se ci siamo conosciuti da un giorno, da una vita o abbiamo scambiato due parole…l’invito al matrimonio è obbligatorio. Tutti invitano tutti alla cerimonia e senza tanti giri di parole. L’invito viene tramandato oralmente! E guai a rifiutarlo, potrebbe sembrare un vero e proprio affronto verso la famiglia. Una settimana prima della funzione religiosa, i festeggiamenti hanno già inizio e tutte le numerose famiglie si riuniscono in città. Tutti gli invitati iniziano a preparare il cibo 1 settimana prima e continuano giorno e notte con le loro tipiche usanze a riempire l’attesa  del  grande evento.

matrimonio capoverdiano i preparativi per il banchetto In questa foto possiamo vedere delle donne impegnate nei preparativi

On The wedding’s eve viene tutto ufficializzato e legalizzato in comune e non resta che dare spazio alla Festa! Giunto il momento della chiesa la sposa viene accompagnata fino all’altare da un corteo di ragazze. Incredibili sono i colori che portano in  città: il bianco è il più usato, ma anche il giallo e il blu non sono da meno. E’ un giorno gioioso per tutti e non di certo un vestito di colore smorto può siminuire il tutto.

Il corteo Alcune foto del corteo e dei colori vivaci che lo accompagnano

Terminato il rito gli sposi e gli invitati si recano a casa del prete che ha celebrato le nozze. Qui li aspetta un vero e proprio banchetto a base di vino, birra e musica capoverdiana. Ciò che segue è poi una tipica usanza capoverdiana;  la sposa finge di fuggire e lo sposo spinto dal folle amore la insegue, tutto ciò finisce con il ritorno mano per la mano di entrambi.

Insomma ragazze se vi siete appassionate a questo “frivolo” matrimonio non vi resta che trovare un ragazzo e sposarvi a Capoverde dove la semplicità e la fratellanza sono di casa.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi