IL CIBO IMMAGINARIO di I. Mehdiu

View9_-_Final_3-0000_b_Small_fullLunghe code, file interminabili, spintoni, persone stremate, beh… Ecco l’Expo.

Se vi aspettavate un inventario della gastronomia mondiale, scordatevelo. Vi trovate davanti a un semplice mercato, anche se di gigantesche dimensioni. Dove c’è di tutto, a parte il cibo. Perché mai le persone continuano ad affluire senza sosta? Uno si aspetta di andare alla fiera universale del cibo e assaggiare qualcosa, invece entri nei padiglioni e rimani deluso. Se si vuole andare a mangiare, occorre fare una coda più lunga della stessa coda per entrare al padiglione. Si finisce per visitare solo i padiglioni meno importanti dove la fila è molto più corta. Un padiglione top richiede una fila di minimo quattro ore e tutto quello che otterrete è vagare in una scatola vuota, priva di generi commestibili. Una briciola del vostro tempo vale un viaggio immaginario nel cibo globale?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi