MAZAN: I SARCOFAGI DEI VAMPIRI

Un esperto di paranormale sulle tracce dei presunti vampiri di Mazan, in Provenza.

CASTELLI DI SABBIA NELLA CITTA' DEL DIAVOLO di G. Lassi

Montagne sabbiose che sembrano castelli, suoni soprannaturali si levano quando il vento soffia, animali preistorici emergono dalla landa desertica, in una cornice di ghiacciai e vette himalaiane, tra cui la più terribile e pericolosa di tutta la catena: il K2.

UNA REGGIA NELLA TERRA DEI FUOCHI

Qui sono nati la mozzarella di bufala e il cavallino della Ferrari. Eppure la reggia di Carditello è il simbolo del peggio e del meglio dell'Italia. Splendori d'arte e di storia sepolti da degrado, malavita e mala politica ma resuscitati da volontà di riscatto e desiderio di bellezza.

SACRIFICI SATANICI NELL'EX COLLEGIO

Ex monastero, ex residenza per la villeggiatura dei collegiali del Convitto Cicognini di Prato, ora Villa Le Sacca è il luogo abbandonato dove le coppie si appartano, i fantasmi indugiano sul confine dell'oltretomba e i satanisti compiono i loro riti, compresi i sacrifici umani.

LE VILLE DELLA FOLLIA

Ville decadute su una collina nei pressi di Pistoia. Un passato di manicomio destinato a pazzi danarosi, poi di ospedale psichiatrico pubblico e oggi di relitto edilizio che nessuno osa abitare.

LE CAPSULE UFO DI SANZHI

La stravaganza architettonica di questi edifici o un'offesa a misteriosi poteri sovrannaturali ha decretato la disgrazia di questo complesso edilizio sull'isola di Taiwan ma l'ha consegnato all'elenco dei 10 edifici più bislacchi del mondo.

PIRENEI: LE VALLI DEL POPOLO REIETTO

Nelle valli sparse alle pendici dei Pirenei vivevano gli Agotes, un popolo reietto e discriminato da pregiudizi superstiziosi, che portava su di sé la maledizione biblica di Caino. Oggi molti non sanno più di essere i discendenti degli Agotes.

FORESTA DEI SUICIDI

La foresta di Aokigahara, alle pendici del Monte Fuji in Giappone è il luogo preferito dei suicidi da almeno un paio di secoli. Centinaia di persone si sono impiccate in questo scenario selvaggio, trasformandolo in un luogo infestato di spettri dove il vento non soffia.

L'ISOLA DELLE MALEDIZIONI

Dei monaci scacciati dal monastero lanciano un terribile anatema. Chiunque si assicura la proprietà dell'isola si assicurerà anche la sventura. La maledizione si accanisce soprattutto sugli Asburgo. Massimiliano fucilato in Messico, Rodolfo suicida a Mayerling, Sissi pugnalata a Ginevra, Franz Ferdinand ucciso a Sarayevo. Naufragi, suicidi, assassini, scandali, bancarotte non risparmiano nessuno dei proprietari.

HELLTOWN: LA PORTA STRETTA DELL'INFERNO

Una borgata evacuata nell'Ohio di case e cimiteri abbandonati da cui si esalano nebbie misteriose e leggende nere. Una popolazione di spettri, satanisti, creature mutanti e giganteschi serpenti. Morta come sito geografico, Helltown rinasce più viva che mai nella mappa immaginaria dei luoghi maledetti.

LA CITTÀ DEI FANTASMI

Una città fantasma assediata dalla recessione economica, devastata dagli incendi, infestata dai fantasmi. Gary, la città natale di Michael Jackson e del premio Nobel per l'economia Joseph E. Stiglitz. Il fascino delle rovine e l'attrazione per il soprannaturale esercitato dalla città maledetta.

INFERNO DI FULMINI ALL'EQUATORE

È uno dei più strani fenomeni meteorologici del pianeta. Una meraviglia naturale non replicabile altrove. Un temporale perenne conosciuto come “il fulmine di Catatumbo”. Uno show entusiasmante e inimitabile. Fulmini scatenati che si producono in una serie di virtuosismi elettrici che cominciano al tramonto e durano tutta la notte.

IL FUNESTO MAUSOLEO

"Se mi alzerò dalla morte, il mondo tremerà". Questo si legge sulla tomba di Tamerlano nel suo mausoleo di Samarcanda. Per ordine di Stalin, l'antropologo russo Gerasimov esumò il cadavere del terribile condottiero mongolo per studiarne i resti. Era il 21 giugno 1941. il giorno dopo le armate di Hitler attaccano la Russia. Fu la maledizione di Tamerlano ad attirare l’invasione nazista dell’Unione Sovietica?

LA SCOGLIERA LETALE

Quattro sicari stanno uccidendo a poco a poco il paese di Ault a picco sulla bianca falesia affacciata sulla Manica: si chiamano Vento, Oceano, Gelo e Tempesta. Bisogna affrettarsi a visitare questo luogo affascinante e fatale prima che il mare e gli agenti naturali gli infliggano il colpo finale.

IL CASTELLO DI BARBABLÙ: IL MAGO OMICIDA

Lo Château di Tiffauges, in Vandea conserva ancora le memorie maledette del famigerato Barbablù, ovvero il duca Gilles de Rais. La storia racconta che finì sul rogo per stregoneria, la leggenda dice che evocava il demonio e gli faceva sacrifici umani , la fiaba di Perrault lo ha immortalato come serial killer di mogli.