,

LIBRI INTROVABILI RITROVATI: "L'ADULTERA" di LAUDOMIA BONANNI

Il romanzo mette a fuoco impietosamente i processi psicologici innescati in una donna dalla lontananza forzata del marito, prigioniero di guerra. Un percorso di degradazione intima, di smarrimento, di rovelli della coscienza che accompagnano questa squallida Madame Bovary nostrana verso il suo amaro adulterio. Un libro di successo, quando uscì nel 1964: presto dimenticato e ora ritrovato.
,

LIBERTINI E LIBERTÉ

Spregiudicati, prodighi, incauti, volubili, disinibiti, anticonformisti, sfrontati, cinici, ammantavano i loro peggiori difetti con l’esibizione della più squisita cortesia e con il garbo di una socievolezza impeccabile e di una parlantina briosa. Passavano disinvolti da Versailles alle spiagge del Senegal, da San Pietroburgo all'America della rivoluzione, dalle avventure erotiche a quelle politiche. Il Terrore e la ghigliottina li decimò. Furono gli ultimi libertini.
,

LA MELA DI EVA VENIVA DA SODOMA

Niente mele per Adamo ed Eva. Un esotico banyan del Bengala, che ha come contrappasso l'ingannevole pomo di Sodoma, bello fuori e velenoso dentro. Milton, Bach e Marilyn Manson ne sanno qualcosa.
,

TRALCI DELLA STESSA VITE di Gloria Pigino Verdi

A due settimane dal si sull'altare, Matilde è come un lucente grappolo d'uva in un pomeriggio d'autunno, nel periodo più splendente, ignaro delle cesoie che da lì a poco recideranno tutte le sicurezze che ha, per avviarlo ad un nuovo percorso. E quelle lame che cambieranno per sempre il suo destino sono rappresentate dal suo amato, Richard, scoperto a letto con la segretaria.
,

MISS DISASTER Una recensione di Damiano Darko

Nei salotti inglesi degli inizi del XIX secolo imperversa Lady Charlene-Marie Duncaster, una ingenua, maldestra dama coinvolta in guai a catena, tra battaglie, duelli, spie internazionali, lacrime e colpi di scena.
,

LA POESIA PURA DI DE LIBERO

Anche se De Libero passa per un surrealista, la poesia pura di De Libero è ben diversa dall’associazione automatica dei surrealisti. La sua vocazione appare una spontanea vena analogica e la sua poesia un affollarsi di immagini intorno a un fecondo nucleo di archetipi. I suoi versi migliori sembrano sondare spazi smisurati e luci invisibili all’occhio umano, di cui si tenta di riprodurre l’ignota lunghezza d’onda.
,

ANNA E ARTEMISIA

Alla figura di Artemisia Gentileschi, femmina con velleità virili, perennemente in conflitto tra i sensi di colpa, il cedimento al languore e il dominio di sé, la Banti affida, trasponendolo in chiave barocca, il sommario emotivo della propria stessa vicenda di donna e di artista.
,

L'IDOLO PIUMATO: "IL CORMORANO" DI S. GREGORY

Le forze oscure, le energie autodistruttive che minano anche gli individui più sensati sono incarnate in un infausto emblema dell'inestricabile abbraccio tra Eros e Morte, un totem arcano che attira e concentra su di sé tutto il male che non si può nominare: vittima espiatoria e spauracchio notturno, l’ambiguo uccello rappresenta la maledizione edipica a cui nessun nucleo familiare può sfuggire.
,

IL TATUATORE - Un thriller a stelle e striscie

James Sunderland, un agente del FBI, la splendida collega Sarah Gomez innamorata di lui, il patologo Duncan Harris fidato compagno, una spolverata di corruzione all'interno del dipartimento e ovviamente un serial killer che fa a pezzi, dissangua e tatua le sue vittime con “Guardami; Ascoltami; Cercami”. Gli ingredienti per un successo.
,

LE FORMULE SEGRETE DI POE

L’uomo di Poe è sottoposto sempre a perfide leggi algebriche, a inesorabili teoremi di geometria. A volte ne è la vittima, a volte l'architetto. Il cristallo solido di queste costruzioni nitide intrappolano l’incubo dentro le proprie sfaccettature adamantine.
,

IL SILENZIO DELLE KAPPA

Nei mondi capovolti di Kleist e Kafka nulla di quanto conosciamo come giusto, vero e bello vale più ed è il capo dell’innocente a cadere sotto la scure del boia.
,

SI FA PRESTO A DIRE: CERCA DI STARE CALMO

"Cerca di stare calmo" di Matt Sumell. Scazzottate, turpiloquio a volontà, sbornie, disastri, ingiurie e insolenze, un protagonista disadattato e collerico, demolitore di mestiere, attaccabrighe per hobby, La cruda brutalità del protagonista svela a tratti un’atroce e amara tenerezza, un male di vivere che si sfoga in aggressività gratuita. Un nuovo giovane Holden o l’ennesima meteora a stelle e strisce dell’industria editoriale?
,

DIZIONARIO DELLE MALATTIE LETTERARIE

Da Anacoluto a Zuckerman, un elenco ironico di voci dedicate alle patologie letterarie che affliggono anche i più grandi e popolari scrittori.
,

DALLA PARTE DELL'ASSASSINO

Un insolito giallo in cui non solo l'assassino si conosce fin dall'inizio ma in cui il lettore non può fare a meno di schierarsi dalla sua parte, sperando che non venga scoperto. Freeman Wills Crofts inaugurò, con Agatha Christie, la Golden Age del giallo classico. Il suo romanzo Il volo delle 12,30 da Croydon del 1934 è puro virtuosismo, con una suspense magistrale.
,

FANTASCIENZA? NO, FLAUBERT

Il romanzo più decadente di Flaubert, la torrida Salammbô, diventa un sontuoso fumetto grazie alla matita di Philippe Druillet, il più visionario artista grafico francese.