,

BLISTER SPEED REVIEWS 02: recensioni in pillole – American Gods

modern_gods_by_thefuguestate-d57b5an

02 – American Gods, di Neil Gaiman

#nomifighi #disinvolturaforever #dèiovunque #impassibilità

Shadow Moon ha il nome più figo del mondo ma nessuno se ne accorge.

Esce di prigione e scopre che la moglie gli ha fatto le corna con il suo migliore amico. Poi, non paghi, sono morti entrambi nello stesso incidente stradale.

Per rimborsarlo, il karma lo fa diventare guardia del corpo di Odino.

I vecchi dèi pagani di tutte le religioni abbisognano gravemente di essere ricordati. Intanto i nuovi dèi del consumo, della droga, della tv, dell’internet, dello sport e della maremma in carriola vogliono spazzarli via. Solo Odino è per raggruppare un’armata per lo scontro finale. Beh, non aveva bisogno di gettare il suo occhio in un pozzo per farsi venire queste alzate d’ingegno.

Al protagonista succedono le seguenti cose in ordine sparso: riceve la luna, fa sesso con Bastet, fa amicizia con Pasqua, perde una partita di dama contro il re del panteon balcanico, fa a cazzotti con un leprecauno e gliele dà di santa ragione, resta ospite di Thoth e Anubis. Ma soprattutto, mantiene l’impassibilità. Soprattutto l’impassibilità.modern_god_by_musyupick-d8l0x98La moglie ritorna come zombie immortale e invincibile. Meglio non raccontarle di Bastet e giocare la cart: “l’hai fatto prima tu, e allora eravamo vivi entrambi!” Oppure fare un pensierino sulla necrofilia.

Si viaggia per l’America e si vedono tanti bei posti che nessuno prima di Gaiman ha avuto il coraggio di cacare.

Tra tutte le persone che Shadow può incontrare, c’è proprio una sua vecchia conoscenza. O forse due. Che coincidenza!

La battaglia finale è risolta da una tempesta di rivelazioni basate su mezze frasi sparse per tutto il libro: proibito addormentarsi, brutti stronzi!

Ci sono un sacco di morti a catena, ma mi raccomando: quando usate una lancia, ricordatevi di togliere prima la sicura.

Le amanti di Shadow prendono ispirazioni dalla fidanzata di Picasso: “dopo lui, solo Dio!” Non sanno quanto hanno ragione.

Il finale ovviamente è aperto ma la fa prendere bene.

                                                                                                                                                                                              Davide Toccafondi

american-gods-hbo-neil-gaiman

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi