REGINE DELLA NOTTE E IMPERATRICI di G. Marozzo

Da qualche giorno ho lasciato la mia prima destinazione, l’Austria.

Il mio viaggio in questo paese si è suddiviso in tre tappe: la città di Bregenz, la capitale Vienna e Salisburgo. Bregenz era magnifica, la mia parte preferita è stata la lunga passeggiata che ho fatto lungo le sponde del lago di Costanza, il quale confina con la città; una bella camminata, anche se stancante.

A sera invece sono andato a vedere uno spettacolo teatrale eseguito sopra un palco che galleggiava sull’acqua, un vero e proprio “marchio di fabbrica” di Bregenz così famoso che esiste una vero e proprio festival in cui vengono allestite delle opere musicali,il Bregenzer Festspiele.

Il giorno dopo ho dovuto lasciare l’hotel ed incamminarmi verso Salisburgo, una parola per descrivere la città è “sfarzosa” , il motivo è la sua architettura barocca che lascia tutte le persone spiazzate. Al mattino ho visitato la casa natale di Mozart, dove il musicista ha trascorso i suoi primi anni di vita.

All’interno vi erano molti oggetti personali della sua famiglia, tra cui la maggior parte lettere e  documenti, quadri dipinti nel periodo della sua vita a Salisburgo e, la mia parte preferita, i suoi strumenti come il violino che utilizzava per i concerti e il suo pianoforte a martelli.

Infine a sera ho assistito ad un’opera musicale molto conosciuta “Il flauto magico”, uno degli ultimi capolavori di Mozart famoso per l’aria della Regina della notte.

Subito dopo essere partito ho raggiunto il capoluogo Vienna; dove ho avuto l’occasione di visitare il duomo di Santo Stefano, il più importante monumento gotico, e di salire sopra la torre sud, la più alta di tutto l’edificio da cui si può ammirare tutta la città di Vienna nel suo splendore.

Infine ho avuto il tempo per vedere il Museo della principessa Sissi in cui vi erano vari manufatti e dipinti che illustravano la vita di Elisabetta dalla sua infanzia fino al suo attentato.

Dall’argenteria esposta all’interno e dalla moltitudine dei suoi ritratti si può notare il lusso in cui vivevano gli imperatori e come trascorrevano la vita di tutti i giorni.

Dopo aver dormito, ho preparato la valigia per continuare la mia avventura in un altro paese e spero che il resto del mio viaggio sia grandioso come in Austria.

 

 

13 commenti
  1. Matilde Giglioli
    Matilde Giglioli dice:

    Un palco che galleggia suona davvero strano, ma dalla foto si capisce che è stata una serata indimenticabile e suggestiva. Consiglio la lettura del tuo articolo perchè sintetico ed efficace.

    Rispondi
  2. Edoardo Leporatti
    Edoardo Leporatti dice:

    Articolo molto ineteressante e dettagliato,in particolare per lo spettacolo eseguito a Bregenz su un palco galleggiante.

    Rispondi
  3. Raffaele Garretta
    Raffaele Garretta dice:

    Questo articolo mi è servito per conoscere meglio alcuni luoghi dell’Austria, infatti mi ha colpito molto il palco galleggiante di Bregenz, però allo stesso tempo mi sarebbe piaciuto che ci fossero un po’ più descrizioni

    Rispondi
  4. Pietro Cutrino
    Pietro Cutrino dice:

    Non ero a conoscenza del palco che galleggia sull’acqua. Sicuramente deve essere un’opera di ingegneria molto interessante: il peso della struttura deve essere bilanciato per evitare che si ribalti. Anche se più note, pure le altre città mi hanno affascinato con la loro atmosfera barocca. Tuttavia il palco di Bergez sull’acqua resta l’elmetto che mi ha colpito di più.

    Rispondi
  5. Alessia Zanaj
    Alessia Zanaj dice:

    Articolo strutturato abbastanza bene. Non essendo mai stata a Bregenz, mi ha colpita e interessata molto il palco galleggiante! Una cosa da non perdersi se si va visitare la città!

    Rispondi
  6. Francesco Iacopini
    Francesco Iacopini dice:

    Articolo discretamente strutturato e arricchito da interessanti notizie su Mozart, sulla principessa Sissi e sul Duomo di Santo Stefano. Unica nota di demerito la povertà di informazioni riguardanti le città

    Rispondi
  7. Niccolo Pozzolini
    Niccolo Pozzolini dice:

    Articolo molto interessante in particolar modo nella prima parte dove viene descritto il teatro galleggiante di Bregenz,davvero molto interessante. Il resto dell’articolo, secondo me, è ben fatto e permette di capire l’importanza della musica e del lusso per la famiglia dominante in Austria.

    Rispondi
  8. eleonora guiducci
    eleonora guiducci dice:

    Non ho mai visitato nessuna di queste città ma da quello che ho letto in questo articolo ho capito che sono città da non farsi sfuggire, soprattutto per gli amanti della musica.

    Rispondi
  9. Diego Fortini
    Diego Fortini dice:

    Secondo me in alcune parti l’articolo é un po’ povero di descrizioni. Comunque é ben strutturato e interessante.

    Rispondi
  10. Sara Guido
    Sara Guido dice:

    La parte che più mi ha colpito è stata quella dello spettacolo teatrale, molto suggestiva e dev’essere stato bello il museo della principessa Sissi, la quale storia mi è sempre interessata.

    Rispondi
  11. Giorgio Buccolieri
    Giorgio Buccolieri dice:

    Conoscevo già Vienna, che ho visitato personalmente, e Salisburgo, famosa per il “suo compositore”; ma più di tutti mi ha colpito Bregenz con il suo teatro galleggiante, molto singolare, degno di una visita.

    Rispondi
  12. Chiara Tagliavia Aragona
    Chiara Tagliavia Aragona dice:

    Articolo ben strutturato e mi ha colpito la parte in cui descrivi la casa di Mozart.Interessantissima terna di tappe che non ci si può assolutamente perdere!

    Rispondi
  13. Antonella Mangone
    Antonella Mangone dice:

    Viaggio molto interessante. Mi ha affascinato molto lo spettacolo teatrale eseguito sul palco galleggiante, perché non avevo mai visto niente di simile.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi